Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘W l’ecologia’ Category

Oggi mi sono detta: devo iniziare a provare i pannolini lavabili.
E così stamattina, dato che Samuelino era anche più tranquillo del spopolini_aioolito ho avuto la bella idea di mettergli un pannolino AIO (all in one).
E’ come un pannolino usa e getta ma tutto in stoffa e impermeabile esternamente.
Ha 3 possibili chiusure: io l’ho chiuso in quella più stretta.
Tempo un’oretta, un’oretta e mezza Samuelino si è bagnato tutto: canotta, pagliaccetto…e giustamente si è anche un po’ incavolato.
Ma cosa ho sbagliato?? Non c’è molto da sbagliare con questi pannolini: si mettono solo in un modo…bho!prefold
Allora ho provato con un prefold più mutanda impermeabile, ma non è andata meglio.
Siamo andati a fare una passeggiata e Samu è stato nervosissimo tutto il tempo..solo una volta tornati a casa ho capito perché: era di nuovo tutto bagnato sulla schiena.
Poverinooooooooo, madre sciagurata….
Dove ho sbagliato? Il prefold era completamente bagnato e la mutanda era bella stretta (più di cosi non si poteva stringere). E’ Samu ad essere un piscione o io ad aver messo male il tutto?
Bho…
Sta di fatto che a quel punto Samuele era incazzato nero e ci è rimasto fino allo sfinimento della sottoscritta, malgrado il pannolino U&G che gli ho subito messo.
Ma chi me l’ha fatto fare??? Ora ho un po’ paura a riprovare per rovinarmi un’altra giornata…
Si accettano consigli!

Annunci

Read Full Post »

E’ da tanto che volevo provare  a fare il detersivo per i piatti…avevo trovato la ricetta su internet, ma non mi sono mai decisa.

L’altro giorno ho visto un post su equazioni e finalmente mi sono decisa a provare!
etichettaSempre in questo link trovate ingredienti e procedimento, perciò non li riscrivo.
Alla fine, dopo averlo fatto raffreddare un attimo, l’ho filtrato con un colino.

Eccolo qui in tutto il suo splendore: confezione riciclata da vecchio detersivo e etichetta autoprodotta!

 Che dire: al tatto è viscidino come un detersivo “vero” e profuma di limone. Le mani, dopo averlo usato, sono morbide e non screpolate. Lava bene tutto, tranne le cose molto unte, per cui uso il detersivo normale.
Sono moooolto soddisfatta!!! Provate!

Read Full Post »

Bonsoir.
Per il pupetto che tra poco arriverà ho deciso di utilizzare i pannolini lavabili.

Fino a qualche mese fa non ne conoscevo neanche l’esistenza, superati ormai dai pannolini U&G (usa e getta).
Ma perché i pannolini lavabili quando ci sono i comodissimi U&G?
Ovviamente non mi alletta l’idea di lavare i pannolini da cacca e pipì, ma dopo aver letto i motivi per cui un sacco di mamme utilizzano quelli lavabili non riesco a far finta di niente e ignorare quello che ormai per me è chiaro. A volte penso che sarebbe stato meglio non sapere, almeno così sarebbe stato molto più semplice. Come dice D. la conoscenza pesa.

In breve questi i vantaggi di chi parteggia per i pannolini lavabili (se volete info più specifiche il Web ne è pieno):
– più ecologici
– più economici (in più si possono riutilizzare per più figli)
– causano meno dermatiti e problemi legati al contatto 24h su 24 con sostanze sintetiche
– risolutivi per il problema alle anche
–  sembra che evitando il riscaldamento causato dagli U&G sia ridotto il rischio di fertilità per i maschietti
– facilitano il passaggio al vasino: con gli U&G il bambino si sente asciutto e ciò facilita la dissociazione tra l’espletamento del bisogno e i suoi effetti (bagnarsi)
– in realtà sarebbe vietato buttare le feci nella spazzatura: i pannolini U&G andrebbero svuotati!!!

Chiaramente mettere i pannolini U&G ai bambini non è un delitto, ci sono cresciuti milioni di persone e non è mai morto nessuno. Tuttavia, potendo scegliere tra i due, come si fa per qualsiasi altra cosa (un dvd, un elettrodomestico, una vacanza…) ognuno sceglie la migliore per sé.

Tuttavia la rete non è molto chiara e, essendo l’argormento abbastanza sconosciuto almeno per me, prima di capirci qualcosa mi sono dovuta leggere vari forum sull’argomento. Inoltre i negozi non sono forniti di questi prodotti, né tanto meno i supermercati, se non rare eccezioni. Figuriamoci i media. Tutto questo rende molto più proibitiva la cosa, soprattutto per chi non utilizza internet.
Non credo che i pannolini lavabili siano per tutti e rimango dell’idea che il pannolino U&G sia una geniale invenzione, ma secondo me sarebbe più giusto dare a tutti (non solo a chi usa internet) maggiori informazioni, in modo che i genitori possano scegliere in maniera consapevole.

Ma quali comprare?
Nel marasma di prodotti offerti dal mercato io ho deciso di comprare i prefold. Ho scelto questi perché sono economici e molto versatili. Inoltre asciugano in fretta.
Penso che ne comprerò 12 pezzi.
Comprensivi di un paio mutandine impermeabili da mettere sopra e qualche gancetto, la spesa (per darvi un’idea) si aggira attorno ai 70/80 euro, comprensiva di spedizione.
Inoltre la Fede (che ringrazio tantissimo) ci ha regalato 10 pannolini lavabili modello all-in-one, molto simili ai pannolini U&G, dunque comodi da usare, molto assorbenti ma che purtroppo ci mettono tanto ad asciugare. Penso che li userò per le uscite e magari per la notte.
Inizieremo con questi, che dovrebbero andare bene fino ai 6/7 mesi di età. Poi si penserà a un altro ordine, dato che per quel periodo spero di essere a buon punto con lo spannolinamento. Ma questa è un’altra storia che vi racconterò in un altro momento e allora sì che mi prenderete veramente per pazza!

Read Full Post »

Esperimenti ecologici

Rieccomi qua. Sono stata un po’ latitante le ultime settimane: diciamo che ho usato il tempo per raccogliere molte informazioni!

Partendo dai prodotti migliori per un bebé, mi sono addentrata in un mondo fatto di persone che cercano di vivere in un modo più ecologico ed etico. Diciamo più vicino alla natura e cioé più vicino anche all’uomo stesso.
Dai prodotti per l’igiene, a quelli per la pulizia di casa. Per arrivare all’abbigliamento, all’arredamento, all’edilizia e in generale a un modo di vivere diverso.
E’ veramente bello scoprire che c’è un sacco di gente che la pensa in questo modo.

Per me è stato immediato e semplice condividere queste idee. Di sicuro sarà meno facile applicarle perché non sono mai stata abituata a pensare e ad agire in questo modo. Comunque non ho intenzione di cambiare la mia vita da un giorno con l’altro né da un mese con l’altro perché l’obiettivo di tutto questo è stare meglio e stressarsi con manie ecologiste è il primo modo per diventare nevrotici!!

Comunque, ho iniziato con piccole cose…
L’esperimento di oggi prevedeva la pulizia di doccino e rubinetto della vasca, super incrostati dal calcare, tanto che il getto dell’acqua era diventato un misero rivolino.
Qualche settimana fa avevo pulito quelli di bidet e lavandino con un anticalcare ed erano effettivamente venuti benissimo. Oggi ho provato con l’aceto!
Ho svitato l’estremità del rubinetto, l’ho messa in un bicchiere e l’ho coperta con dell’aceto bianco (quello da tavola).
Dopo circa 6 h ho sciacquato e riavvitato tutto.
Il risultato è stato identico a quello dell’anticalcare, a differenza che non ho utilizzato sostanze aggressive per me e per l’ambiente. Ovviamente l’aceto ci mette di più ad agire.

Mi sono entusiasmata a tal punto che ho trascinato D. in bagno per fargli vedere il risultato e scritto subito un post!!! Wow!

Read Full Post »